Ginnastica ritmica

Stampa

GR - NASTRO DI BRONZO PER TALISA

on .

Dal sito federale.

Talisa Torretti si aggiudica la medaglia di bronzo juniores al nastro. La ginnasta di Fabriano, argento con la squadretta agli Europei di Budapest 2017, sale sul gradino più basso del podio di Guadalajara con il personale di 15.225 (D. 7.6 – E.7.625), alle spalle della russa Lola Kramarenko (17.000) e l’ucraina Khrystyna Pohranychna (15.975). La ginnasta marchigiana, classe 2003, colleziona anche un sesto posto al cerchio continentale giovanile con 16.500 (D. 9.0 - 7.500), nella finale vinta da dall’altra russa Polina Shmatko (18.825), davanti alla bulgara Tatyana Volozhanina (17.750) e alla Pohranychna, terza con 17.450. Bene le altre due azzurrine impegnate nelle rispettive baby final eight sulla pedana spagnola. La promessa dell’Armonia d’Abruzzo Eva Gherardi si è classificata in sesta posizione con 16.75 (D. 8.8 - E. 7.950) in una sfida alla palla domina dalla Kramarenko (18.450). Argento per la Pohranychna che con 17.450 ha costretto sul gradino basso del podio la piccola azerbaijana Arzu Jalilova (17.100). Alle clavette si è distinta l’altro astro nascente fabrianese, Sofia Raffaeli, quinta con 16.150 (D. 8.4 – E. 7.750), lo stesso punteggio del fenomeno dell’Ucraina. La Pohranychna, questa volta, resta però a guardare, mentre la cerimonia di premiazione consegna le medaglie pregiate, nell’ordine, alla russa Daria Trubnikova, leader con 17.350, alla bielorussa Anna Kamenshchikova (16.725) e all’israeliana Valeriia Sotskova (16.450). La Torretti dunque regala all’Italia l’unico piazzamento che era sfuggito nel 2016 ad Holon all’Agiurgiuculese, nel segno di una Sezione in continua evoluzione.

Dedico questa medaglia alle mie due allenatrice, Julieta Cantaluppi e Kristina Ghirova, e alla mia coreografa Byliana Dyakova, che mi seguono tutti i giorni alla Ginnastica Fabriano - ha dichiarato Talisa, intervistata dal nostro inviato. L’esercizio, montato sulle note di Tonino Carotone, è pieno di difficoltà e ci stiamo lavorando da un anno. Rispetto all’Europeo di squadra qui mi sono sentita più sola, perché non c’era la squadra ad incoraggiarmi, ma le mie compagne individualiste – Sofia, Anna Paola e Eva - mi hanno comunque dato la carica da fuori. Io frequento il primo superiore di linguistico e non è facile conciliare lo studio con la ginnastica. Però io adoro questa disciplina perché fa parte del mio DNA. E’ stato bellissimo gareggiare al fianco di atlete meravigliose, a cominciare dalle russe, che sono davvero super. Ho iniziato a tre anni, perché mia mamma insegnava e mi ha praticamente cresciuto in palestra. Questo risultato arriva a coronamento di una stagione piena di soddisfazioni, dalla qualificazione YOG al Grand Prix di Mosca alla finale al nastro di Sofia, senza dimenticare l’oro a Lussemburgo e il quarto posto al cerchio ai campionati assoluti di Terranuova. Adesso c’è il Campionato d’Insieme al PalaGuerrieri. Gareggiare in casa sarà davvero meraviglioso e di sicuro festeggeremo anche la mia medaglia. Dopo spero di fare qualche giorno di vacanza al mare. Prossimi obiettivi? Spero di andare a Buenos Aires e poi ci sarà da difendere il titolo italiano in Serie A con la Faber. Ringrazio la Federazione e tutti coloro che mi hanno supportato, anche i tanti appassionati che mi seguono sui social”

Stampa

GR - TITOLO NAZIONALE A MILENA BALDASSARRI

on .

DAL SITO FEDERALE

Milena Baldassarri è la campionessa italiana assoluta di Ginnastica Ritmica per l’anno 2018. L’atleta della Fabriano, allenata da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova, con 70.050 punti (CE 18.000 – PA 18.200 – CV 16.500 – NA 17.350) trionfa sulle avversarie e riceve il testimone direttamente dalle mani di Veronica Bertolini, detentrice del titolo per cinque anni consecutivi dal 2013 al 2017. Sulla piazza d’onore è salita Alexandra Agiurgiuculese – seguita da Spela Dragas e Magda Pigano nell’Udinese - con 68.700 punti (CE 18.850 – PA 17.400 – CV 17.300 – NA 15.150). Bronzo per Alessia Russo, cresciuta nell’Armonia d’Abruzzo. La ginnasta di Germana Germani raggiunge il punteggio di 66.700 (CE 17.000 – PA 17.600 – CV 17.250 – NA 14.850). Ai piedi del podio toscano, invece, Maria Vilucchi (Petrarca Arezzo), a 3 punti e mezzo di distanza con 63.650. “Sono molto contenta di come sia andata. Non mi aspettavo di vincere perché sono partita leggermente tirata e non al meglio delle mie capacità – ha affermato la neo campionessa al termine del concorso generale (finali in diretta questa sera su Volare Tv dalle 20.15 alle 21.30) – Lungo il corso della gara però mi sono riscattata. Quest'anno è iniziato con molti successi internazionali e posso incorniciarli con quest’altra bellissima vittoria a livello nazionale”. In un pomeriggio ricco di emozioni e di esercizi con i piccoli attrezzi dall’alto contenuto tecnico, sulla pedana del Palazzo dello Sport di Terranuova Bracciolini, undici ginnaste si sono sfidate sul programma completo – cerchio, palla, clavette e nastro – mentre sette hanno portato le routine con solo due specialità.

Milena Baldassarri, dopo aver vinto il titolo italiano 2018 nel pomeriggio, conquista anche l’oro nella prima finale in programma, quella con il cerchio. Il suo 18.050 è inarrivabile per Alessia Russo che si ferma in seconda posizione con 17.600. Bronzo di specialità per Alexandra Agiurgiuculese con il personale di 17.300. Medesimo esito per la campionessa italiana nella finale con la palla. Si posiziona in cima alla classifica con 18.950. La inseguono sempre Alexandra Agiurgiuculese e Alessia Russo ma nell’ordine invertito rispetto al primo attrezzo. La stella dell’Udinese vince l’argento con 18.850 – a un decimo dalla ginnasta della Fabriano – mentre il talento dell’Armonia d’Abruzzo conquista il bronzo con 18.200. Nelle clavette trionfa l’atleta seguita da Spela Dragas e Magda Pigano. Con il personale di 18.700 relega in seconda posizione la campionessa assoluta a tre decimi di distanza (18.400). Terzo posto in questo attrezzo per Chiara Vignolini (Motto Viareggio) con 16.600 punti. La ravennate con 18.400 vince anche la gara con il nastro portando a quota tre i suoi ori di specialità. Piazza d’onore per la ginnasta di Iasi con 17.800. Bronzo per l’atleta di Figline Valdarno a quota 16.600.

Stampa

TALISA BRILLA IN NORVEGIA

on .

Grandi risultati per la fabrianese Talisa Torretti, che ha partecipato alla Asker Cup, Norvegia, con i colori della Nazionale Italiana.

Infatti la Federazione Ginnastica sta valutando le ginnaste Junior che parteciperanno come individualiste ai Youth Olympic Games cioè le Olimpiadi Giovanili a Buenos Aires dal 6 al 18 ottobre 2018. L' Italia sarà rappresentata solo da una ginnasta e la nostra Talisa, quindicenne, sta cercando di guadagnarsi la convocazione.

Ha iniziato benissimo questo fine settimana, dove ad Asker pochi chilometri da Oslo accompagnata dalla sua allenatrice Julieta Cantaluppi , ha conquistato un ottimo bronzo nel Concorso Generale e guadagnata la qualificazione in ben tre attrezzi portati in pedana il giorno successivo per le finali.

Ed ecco che sale sul gradino più alto del podio con la vittoria al Nastro, ma anche argento al Cerchio e bronzo alla Palla, dimostrandosi complessivamente la migliore delle tre italiane presenti. Ora altra trasferta a Mosca, ultima prova per Talisa, poi la parola passerà alla Federazione Ginnastica che dovrà decidere la convocazione per Buenos Aires.

Talisa Torretti, fabrianese puro sangue, tra le protagoniste dello scudetto tricolore della Ginnastica Fabriano e vice-campionessa d'Europa sarà sicuramente tra le protagoniste del 2018 sia a livello societario sia a livello di Nazionale ma dovrà esser brava a sopportare la pressione dovuta alla importanza degli eventi sportivi che dovrà partecipare.


Ad oggi la Ginnastica Fabriano ha in Nazionale, oltre la Junior Talisa, anche la individualista Milena Baldassarri e Martina Centofanti e Letizia Cicconcelli nella squadra senior di base a Desio, ciò comporta che la società fabrianese, in questo momento è colei che fornisce più ginnaste alla Nazionale

Stampa

GR - POKER DELLE MARCHE AL MANOLA ROSI

on .

Le Marche si confermano sugli scudi dell’VIII Memorial Manola Rosi, competizione di Ginnastica Ritmica andata  in scena questa sera al PalaSport “Mario D’Agata” di Arezzo. Dopo il titolo vinto nel 2010, nel 2014 e nel 2016, la formazione in pedana con Talisa Torretti – suo lo stratosferico 20.750 alle clavette - Martina Pasquini e Sofia Bevilacqua confeziona il totale di 64.050, piazzandosi davanti alla Toscana di Francesca Pellegrini, Arianna Musetti, Chiara Vignolini e Maria Vilucchi, argento a quota 63.350, e all’Emilia Romagna (Ilaria Giovanelli, Aurora Montanari, Giulia Capacci), terza classificata con punti 60.750.

(dal sito federale)

 

LE GINNASTE CON LE ALLENATRICI CANTALUPPI E ROSSI

Le ginnaste marchigiane con le allenatrici Julieta Cantaluppi (Ginn. Fabriano) e Letizia Rossi (Aurora Fano)

IL PODIO DELL'VIII° TROFEO MANOLA ROSI DI AREZZO 2017

Stampa

GR - L'AURORA FANO VOLA IN SERIE A

on .

L’Aurora Fano, grazie al totale di 90.850, resta imbattuta anche nella quarta e ultima prova del Campionato di serie B Nazionale e con 100 punti speciali si aggiudica il titolo stagionale davanti a Falciai (84) e Ginnastica Opera (76), che insieme alle marchigiane staccano anche un pass per la massima serie del 2018. Sul podio di giornata, dietro al club dieci volte campione d’Italia e a Falciai, seconda a quota 83.850, si piazza la Ritmica 2000 con il total score di 82.900.

(fonte sito federale)

Stampa

GR - SCUDETTO A FABRIANO

on .

DAL SITO FEDERALE

Dopo l'exploit in casa del 28 ottobre scorso e il secondo posto incassato nelle tappe di Desio e di Prato, la Ginnastica Fabriano si conferma sul primo gradino della Kioene Arena di Padova con il totale di 99.00 punti davanti all'Armonia di Abruzzo (96.950) e alla Raffaello Motto (93.350). Per le marchigiane capitanate da Milena Baldassarri - è suo il 18.750 alla palla, parziale più alto di tutta la gara dopo il 19.000 di Dina Averina - la vittoria nella quarta prova equivale al titolo tricolore 2017, primato assoluto per il club fabrianeseche può inserire così, il proprio nome nell'albo d'oro della rassegna a squadre dei piccoli attrezzi.

dichiarazioni di Kristina Ghiurova allenatrice

Devo essere sincera, sono 20 anni che partecipo al Campionato di Serie A1, ed ho sempre detto che questa competizione non mi dava stimoli agonistici, perché era una guerra ad accaparrarsi le migliori ginnaste dell’ est-Europa ed il titolo  andava poi a chi aveva avuto la migliore straniera. Non è che quest’ anno non sia successo, ma personalmente ho chiesto alla società di voler portare in gara solo le mie ‘bambine’, perché avrebbero avuto un bel palcoscenico per farsi notare dalle giudici e dai vertici della Federazione. Ma il bel campanello di allarme è suonato nella prima giornata quando ci siamo trovati al secondo posto, abbiamo conseguentemente preso ancora fiducia e ci prendemmo il primo posto a Fabriano. Da quel momento ho capito che nessuno ci avrebbe più sorpassato, anche perché gara dopo gara le nostre meravigliose ginnaste prendevano fiducia, presentandosi ieri a Padova come le più smaliziate e sfacciate del Mondo  e  davanti ad un pubblico di circa 2000 persone hanno dato dimostrazione che la loro età, dai 13 ai 16 anni, non era un punto di debolezza, ma una ferrea forza agonistica. E’ un premio per me ma soprattutto per mia figlia Julieta Cantaluppi, allenatrice come me, ma creatrice di questi esercizi che hanno dato poi punteggi molto elevati e che ha diviso con me e la coreografa Byliana ore ed ore di dura palestra. Questa è la ciliegina sulla torta ma non va dimenticato che dalla Ginnastica Fabriano sono uscite le vice-campionesse Junior di Europa, che Fabriano è Accademia Nazionale di Ritmica e che sarà anche il Centro federale Junior fino alle prossime Olimpiadi di Tokyo, sotto la direzione di Julieta.

Dichiarazione di Leandro Santini presidente onorario ginnastica fabriano

Ci mancava nel nostro palmares il titolo del Campionato Italiano di Serie A1, anche se di Campionesse italiane negli anni ne abbiamo costruite moltissime, come individualiste e nel Campionato d’ Insieme. La ritmica è uno sport minore, ma per far ben comprendere, il nostro titolo equivale a quello che le blasonate squadre di calcio come Napoli o Inter o chi sarà,vinceranno nel campionato di calcio.

Il titolo è strameritato, avendo vinte due delle quattro giornate e secondi nelle rimanenti due, staccando di ben nove punti la favorita Chieti che aveva nelle proprie fila la Campionessa del Mondo, che però non è bastato per sorpassare le nostre giovanissime fabrianesi.

Abbiamo portato a casa il titolo senza il supporto di una ginnasta straniera, senza l’ apporto delle ‘farfalle’ Centofanti e Cicconcelli sempre nostre tesserate ma di stanza a Desio con la Nazionale, siamo stati l’ unica società totalmente made in Italy. Bravissime le allenatrici Ghiurova e Cantaluppi che hanno messo in pedana una alternanza di ginnaste che hanno pagato poi questa strategia vincente.

Stampa

GR - ASSOLUTI E INSIEME A FABRIANO E AURORA

on .

Milena Baldassarri, ginnasta della Nazionale e della Ginnastica Fabriano che di recente ha partecipato al Campionato Europeo, ottiene il terzo posto agli Assoluti d’ Italia. Le finali di specialità la vedono ancora più protagonista con due argenti al Cerchio e Palla, ma anche il prestigioso titolo di Campionessa d’ Italia nella specialità del Nastro.

Nel Campionato Nazionale d’ Insieme le Junior della Ginnastica Fabriano ottengono il titolo di Campionesse d’ Italia con Sofia Raffaeli, Alessia Starace, Martina Damiani, Serena Ottaviani e Melany Muscella davanti alle ottime corregionali dell’ Aurora Fano.

Nella categoria Open secondo posto ed argento e titolo di vice-Campionesse d’ Italia, con le ginnaste della Ginnastica Fabriano, Lavinia Muccini, Alice Aiello, Valeria Carnali, Roberta Giardinieri e Talisa Torretti.

A completamento dell’ opera Fabriano si porta a casa per l’ ennesima volta il Trofeo Sacco Gotta che premia la società che somma il miglior punteggio tra la gara di squadra Senior e quella di una individualista, nel nostro caso Milena Baldassarri.